La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.
CHI SIAMO
 
 La Ditta Organaria Paccagnella Guglielmo s.a.s, nasce alla fine degli anni ’70 per opera del fondatore, Guglielmo Francesco.

Qualità artigianale, solidità costruttiva, durata, una grande  attenzione per il complesso mondo dei suoni, ne caratterizzano fin  da subito l’attività, che nel corso di quasi quarant’anni l’ha vista cimentarsi con nuove realizzazioni, restauri, ampliamenti e manutenzioni di ogni genere, dagli organi elettrici a quelli cosiddetti “storici”, per i quali era ed è previsto un attento recupero, condotto secondo criteri storico-filologici, nel pieno rispetto dell’autore. Col passare degli anni la Ditta ha acquisito una notevole conoscenza delle costruzioni dei grandi organari del passato (Callido, Nacchini, Pugina, Zordan, Malvestio, Agostini, Verati ed altri), specie per quelle installate in territorio veneto ed in quello emiliano/bolognese; il risultato naturale di questa esperienza è stato lo svilupparsi di una netta preferenza per l’organo “meccanico” tradizionale, in tutte le sue possibili configurazioni, ed una competenza specifica per il difficile campo del restauro, difficile soprattutto per  l’entità dei danni e manomissioni che larga parte del patrimonio artistico “sonoro” delle nostre Chiese ha subito nel corso del XX secolo, per mano di “tecnici” poco coscienziosi e preparati.

Sono oltre 60 ad oggi le opere, considerando organi nuovi e restauri, sparse in territorio nazionale, tutte realizzate con criteri artigianali; nel laboratorio in S. Giacomo di Albignasego sono compiuti tutti i lavori fondamentali propri della prassi del restauro (disinfestazione, pulizia, reimpellatura, consolidamento, rimessa in forma delle canne ecc. ecc.) e vedono la luce la quasi totalità degli elementi costitutivi degli gli organi nuovi (cassa armonica, somieri, meccaniche di trasmissione,  canne di legno, canne di metallo e quant’altro).

In tempi recenti la Ditta, dopo una serie di visite all’estero, mirate alla conoscenza delle caratteristiche tecniche e foniche degli strumenti d’oltralpe, ha iniziato, con notevole soddisfazione dei Committenti, anche un percorso di recupero e restauro di organi provenienti da Svizzera e Germania,  per varie ragioni destinati a dismissione, e che oggi, opportunamente adattati, trovano nuova collocazione e nuova voce nelle nostre Chiese.

L’opera del fondatore, Guglielmo Francesco, è ben supportata dall’attività del figlio Massimo, oggi titolare dell’impresa artigiana.

Ultimi Lavori